• Gigante Alberobello 2016
  • Slide Sito Piscina
  • Mare Policoro phMarika

  • bianco e nero libro di filippo gigante
  • Seguimi su Facebook, Twitter e Instagram | ph. Marika Ramunno

  • Scrittore e Social Media Manager | ph. Marika Ramunno

  • BIANCO E NERO | Il romanzo d'esordio | ph. Marika Ramunno

AddThis Social Bookmark Button

su di me

Nato il 10 Febbraio 1983 ad Alberobello. Social Media Manager, amante dello sport e della natura, grande comunicatore e lettore con la passione per il cinema e le nuove tecnologie. Nel 2011 pubblica BIANCO E NERO, un romanzo coinvolgente e poetico che ha emozionato lettori di ogni età. A Luglio 2013 esce il suo secondo romanzo LA PISCINA DELLE MAMME.

Leggi tutto

 

Stampa

Nuova recensione su "La Gazzetta Meridionale"

Scritto da Filippo Gigante. Postato in recensioni

Dalla Primavera di Praga a quel ramo del lago di Como: l'odissea di due donne. 

"Il testo di Filippo Gigante è agile, intelligente e unisce eleganza stilistica a buone qualità di introspezione"

Leggi la nuova recensione dedicata a "La Piscina delle Mamme" (link) firmata dal giornalista Romolo Ricapito

AddThis Social Bookmark Button
Stampa

Bentornata Anastacia! Ecco l'album della Resurrezione

Scritto da Filippo Gigante. Postato in recensioni

La vita, così strana e nel contempo così meravigliosa, ci pone ogni giorno una piccola o grande sfida con noi stessi. C’è chi riesce a tenere a bada le difficoltà, le incomprensioni, gli imprevisti e chi sceglie di fuggire da tutto senza porsi interrogativi cadendo nel mare dei pentimenti e dei cambiamenti dell’animo. Tutto, però, ci invita alla conoscenza e alla condivisione e se pur distanti dai nostri obiettivi, dovremmo sempre e comunque andare avanti con la nostra stessa forza d’animo cercando di non dimenticare ciò che di buono e costruttivo ci resta accanto. Dovremmo riempirci di messaggi positivi, di rinascita ed è ciò che si respira nei testi dei brani contenuti in “Resurrection” nuovo lavoro discografico di Anastacia che ritorna, più forte e tenace di prima, sull’onda della musica. Un’onda che porta con sé la consapevolezza di un nuovo inizio e che attraverso le parole e i suoni di un album tocca piacevolmente le corde dell’anima di chi sa ascoltare. Si inizia con “Staring at the sun”, osservando un sole, quello di un amore, che può accecare se lo si guarda troppo. Il primo brano lascia ben sperare in una tracklist ricca di travolgenti e forti sonorità dal tipico sapore “sprock”, genere amato e coniato dalla stessa artista che ritorna, con alle spalle momenti piuttosto tormentati della sua vita che l’hanno vista letteralmente combattere per due volte con un cancro e con la paura di poter perdere tutto.

AddThis Social Bookmark Button
Stampa

LA PISCINA DELLE MAMME recensito su GLI SPACCIA LEZIONI

Scritto da Filippo Gigante. Postato in recensioni

"...la scrittura di Filippo Gigante mi ha regalato momenti di pace e serenità, esattamente come quando, da piccoli, ascoltavamo i genitori che raccontavano una storia, facendoci cullare dalla loro voce"

LEGGI L'ARTICOLO

AddThis Social Bookmark Button
Stampa

Recensione di "Le ali di Christina" di Stefano Mosca

Scritto da Filippo Gigante. Postato in recensioni

Sono giorni in cui ricerco tracce di bellezza in ogni arte e grazie a “Le ali di Christina” racconto d’esordio di Stefano Mosca, edito da Psiconline, ho potuto immergermi nella lettura di una storia semplice e al tempo stesso carica di un elevato e bel messaggio universale dedicato ad una di quelle parole che si lasciano pronunciare in diversi ambiti: libertà. Siamo davvero liberi o siamo costretti a doverci adattare alla realtà quotidiana che quasi ci obbliga a dover seguire e rispettare norme e principi sociali? La delicata e giovane Christina ci invita nella sua dimora, una torre dove il proprio padre, sovrano di un regno contaminato da una strana malattia e la sua nutrice Margaret l’hanno rinchiusa per salvarla da un mondo esterno diventato ostile. Poesia, paure, inconscio e forza d’animo si intrecciano in una fiaba che diventa metafora di un’avventura che tocca la sensibilità di un viaggio che conduce a ricercare la propria consapevolezza restando lontani da ogni contaminazione esterna di un mondo che sa raccogliere tutto o niente e che rende l’uomo schiavo di una società o prigioniero dei propri limiti. La protagonista Christina sembra dar voce all’anima dell’autore che in questo esordio letterario, riempie molte più stanze di quelle già raccontate e arricchite dalle parole scritte e condivise nel suo interessante blog "Nella stanza con la mosca".

AddThis Social Bookmark Button